CampaniArchitetti: SI all'assunzione nella PA, NO alla progettazione interna

Ben venga l’assunzione di tecnici presso la PA, ma la progettazione venga affidata a professionisti esterni.

Questa è la posizione dell’associazione campaniArchitetti in merito all'emendamento al disegno di legge per la conversione del Decreto Agosto DL 104/2020.

“Le 500 unità" – afferma il VicePresidente dell’associazione, l’arch. Antonio Sassone – "potrebbero essere impiegate più che negli Uffici di progettazione delle Province e Città metropolitane, per coadiuvare le azioni del personale tecnico (oberato di lavoro e sempre più insufficiente numericamente nell’organico) degli Enti locali, nella gestione del flusso delle pratiche amministrative, come ad esempio le migliaia e migliaia di pratiche di condono, in attesa, alcune da trent’anni, di essere evase. 

In questo modo, si potrebbe garantire una bella accelerata alla macchina amministrativa, in particolare dei Comuni, avamposti dello Stato troppo spesso lasciati soli.

Per le progettazioni, invece, visto anche il DL Semplificazioni DL 76/2020 - affidamento diretto fino a 150mila euro e procedura negoziata tra 150mila euro e soglie comunitarie – si devono implementare e rendere sempre più trasparenti le procedure di individuazione dei professionisti esterni, dove la principale discriminante sia la qualità dell’offerta tecnica. 

“Ci auguriamo" – conclude l’architetto Sassone – "che anche gli altri enti rappresentativi si accodino all’appello di modificare l’emendamento per evitare l’ennesimo duro colpo alla libera professione in Italia" -.